Plug Anali Come utilizzarli per Aumentare il Piacere!

I plug anali sono ottimi sex toys, simili a un dildo. Vengono utilizzati come stimolatore e dilatatore anale. Per non ostacolare le attività sessuali, generalmente sono più corti; durante l’atto dovrai inserirlo nell’ano e gestire liberamente il tuo rapporto sessuale.

Ne esistono di diverse forme e materiali, comunemente in silicone. Potrai sbizzarrirti cercando quello più adatto a te. Più che in lunghezza, i plug anali si distinguono per il loro diametro. In una prima fase ti consiglio di iniziare a giocare un un plug anale di diametro modesto per poi, nel caso in cui lo desiderassi, passare a forme più importanti.

Ti racconto adesso la mia esperienza, come ho approcciato questo nuovo gioco sessuale.

Plug anali, racconti erotici 6yoku

Malpensa, ore 16:37. Sono appena rientrato da un viaggio d’affari nella capitale Bulgara che mi ha tenuto impegnato per circa una settimana. Appena accendo lo smartphone sono invaso da messaggi, notifiche di ogni tipo. Dovrei recuperare diverse attività, mail, telefonate, verificare l’agenda, ma oggi è un giorno speciale. Desidero riabbracciarla e trascorrere una delle nostre splendide serate.

Durante il soggiorno estero ho fatto un nuovo acquisto; in prossimità dell’hotel dove ho alloggiato, ho trovato un sexy shop con alcuni accessori che hanno attirato la mia attenzione. Il negozio era decisamente accogliente, con predominanza del rosso, ma non eccessivo. La pareti allestite con vetrine retroilluminate dal design moderno, guidavano lo sguardo secondo uno schema ben definito.

L’olfatto, catturato da una fragranza esotica che ricordava un mix di rose, spezie e resine, richiamava alla memoria i ricordi del Giappone. Fra i vari attrezzi ludici, lo sguardo si è soffermato sui plug anali, toys che conoscevamo entrambi, ma non avevamo ancora sperimentato. Decido di acquistarne un modello, caratteristico per il colore e per la pietra stile Swarovski incastonata all’estremità.

Finalmente arrivo a casa ed entrando l’atmosfera si presenta come l’avevo immaginata. Lei è seduta sul divano, indossa una vestaglia di raso, nera, stile kimono, con una stampa floreale che ricorda la fioritura di un ciliegio. Vede tra le mie mani un pacchetto regalo e subito intuisce che sarà un nuovo gioco del piacere.

Mi avvicino, la bacio sulle labbra dolcemente, cingendogli la vita con le mani e tirandola verso di me. Il bacio cresce d’intensità, le mordo delicatamente un labbro e sento un brivido che le corre lungo la schiena. Inizia a spogliarmi.

Ci troviamo in men che non si dica nudi sul letto, l’uno sopra l’altro, sempre con le labbra incollate. Le accarezzo dolcemente il seno, mentre la mia bocca scivola verso il suo collo, sento un fremito, si sta lasciando andare.

Mi stringe le natiche e la schiena, e più le bacio il collo con passione, più lei si avvinghia a me. Inizio ad avere un erezione e lei, ansimando, preme più forte il suo ventre contro il mio membro per sentire tutta la mia virilità.

All’improvviso, presa dall’eccitazione, mi fa mettere in piedi e fa scivolare le sue mani prima, e la sua bocca poi, verso il fallo turgido. Accarezza leggermente la base del pene e guardandolo,  fa scorrere lentamente la mano per tutta la lunghezza. Lei resta seduta sul letto, solleva lo sguardo, mi fissa negli occhi e mi sorride, poi apre la bocca e con la lingua inizia a leccarmi il glande per poi avvolgerlo tutto all’interno di essa. Inizia a praticarmi una fantastica fellatio.

Resto inebriato tra estasi e godimento. Sento le sue mani sui miei fianchi che scandiscono il ritmo, alternando un movimento lento e poi veloce, per poi tornare a leccarlo, dalla base al glande, con avidità. La fermo, ora sono io che desidero darle piacere; la sollevo delicatamente e la faccio sdraiare, mentre io resto in ginocchio, ai piedi del letto.

Le apro le gambe e mi avvicino delicatamente al suo pube; con le dita inizio a massaggiare e divaricare le grandi labbra, mentre con la lingua cerco il clitoride. Le sue gambe fremono, quindi accelero il movimento con ampi movimenti della lingua. Con l’indice esploro la sua vagina e lentamente proseguo il movimento con la penetrazione.

Le dita si muovono quasi da sé alla ricerca spasmodica del punto G. Più cresce il desiderio e più aumenta la velocità con cui le dita ricercano l’obiettivo.
Sento il suo piacere, le sue gambe si contraggono mentre la sua schiena si inarca, geme sempre più. Accelero ancora il movimento e la sento esplodere, le dita ora sono completamente bagnate; ferma la mia mano con le sue, ha delle piccole scosse in tutto il corpo, poi si blocca come d’improvviso.

Pochi attimi ed è già attiva, mi tira a sè e mi porta all’altezza della sua bocca, comincia a baciarmi, vuole essere penetrata, lo capisco da come mi stringe. Reclama il mio membro dentro di sé, ogni parte del suo corpo lo richiede. Prende con la mano il pene e lo fa scorrere sulle sue grandi labbra.

Stavolta la fermo io; rimane un attimo interdetta, ma capisce le mie intenzioni. Mi allungo ed estraggo dal sacchetto il plug anale dal diametro di 3,5 centimetri lungo circa 10, fatto apposta per essere inserito nell’ano e restare li durante tutto il rapporto sessuale.

Insieme al toy prendo il lubrificante, ne verso una generosa quantità in una mano mentre con l’altra le stringo una coscia e la invito a voltarsi, dandomi la schiena. Si gira senza esitazione e mi chiede: “subito?”. Io replico: “Si! Lo voglio fare ora”.

Spalmo tutto il gel in mezzo alle natiche, soffermandomi con il dito indice all’ingresso dell’orifizio, titillandolo e inizio a massaggiare l’ingresso dell’ano con la punta del plug, in modo che il toys venga bagnato copiosamente dal lubrificante. Con una lieve pressione spingo verso l’interno.

La sento godere, mi chiede di fare piano. Accolgo la sua richiesta e contemporaneamente porto il glande in prossimità delle sue grandi labbra. La stringo in vita e inizio a possederla in modo energico, faccio scorrere il pene fino a fine corsa, lo vedo scomparire dentro di sé e ad ogni colpo che porto a fondo, lei risponde con piccole urla. Spingo a fondo anche il plug anale.

Emette un suono che accoglie tutto il suo piacere, ora mi concentro sulla sua vagina. Con le mani finalmente libere le stringo i fianchi e inizio a dare cadenza al ritmo, muovendomi prima lentamente, poi con maggiore intensità. Le sussurro gentilmente: “vuoi che mi fermo?”, lei risponde prontamente, con tono deciso “No, continua.” Ora afferro il plug e inizio a muoverlo leggermente cosi da farle credere che lo stia facendo con due falli. Le chiedo, preso dall’euforia, come vive l’esperienza di una doppia penetrazione: ”ti piace averne due insieme, dentro di te?” , lei, ormai travolta ed inebriata dall’eccitazione, grida “si, mi piace. Adesso fallo più forte!

All’udire di queste parole mi eccito ancora di più e spingo con la massima foga, fino ai testicoli. La velocità cresce, sento il pene completamente irrorato di sangue, lo sento pulsare, non resisto più. Le grido:”sto venendo! Godo!” Lei strilla:”Anche io!

Ci troviamo pochi attimi dopo sdraiati sul letto a guardare il soffitto. Dopo pochi secondi di silenzio ci guardiamo e scoppiamo in una risata liberatoria. Le sue mani mi sfiorano il viso e le mie le accarezzano la pancia. Fisso il mio sguardo nei suoi occhi, le chiedo: “Come è stato?” Lei: ”Bello, un esperienza indimenticabile, da rivivere

Questo “toys” ci accompagnerà spesso nei nostri prossimi incontri.

2 commenti su “Plug Anali Come utilizzarli per Aumentare il Piacere!

  1. Bellissimo articolo, mi sono eccitata leggendolo. Quando sarà disponibile lo shop per acquistare questi sexy prodotti fantastici?

Lascia un commento