Tecnica Masturbazione Maschile 5 Cose da Sapere!

Tecnica masturbazione maschile, come masturbarsi per godere al meglio. Se stai leggendo questo articolo è perché desideri imparare nuove tecniche per stimolare con maggiore soddisfazione la tua virilità, per vivere il piacere sessuale come apice del godimento.

Voglio condividere le mie esperienze, ti aiuteranno ad avere maggiore consapevolezza del tuo corpo, a vivere nuove emozioni. Generalmente questo atto sessuale è vissuto singolarmente, ma può essere un ottimo spunto per aumentare la libido durante il rapporto di coppia; condividere queste esperienze, contribuirà a una maggiore complicità.

Il sesso va vissuto senza inibizioni, in modo libero, come rappresentazione materiale della nostra creatività sessuale. Se hai una domanda, vuoi condividere la tua esperienza, le tue emozioni, scrivimi. In fondo a questa pagina trovi uno spazio dedicato ai commenti.

Tecnica masturbazione maschile

Molto probabilmente mentre leggi questa pagina sei da solo, lontano da occhi indiscreti che possono destabilizzare la tua serenità. La concentrazione mentale durante la masturbazione, per l’uomo e per la donna, è un fattore determinante.

Proprio per questa ragione, abbandona i tuoi sensi, rilassati, inizia a pensare solo al desiderio di godere. È un momento solo tuo, pertanto impara a conoscerti, conquista e domina il tuo erotismo, allontana qualsiasi veto. Ciò che accadrà sarà esclusivamente un tuo segreto. Ciò che ritieni utile al raggiungimento dell’orgasmo, praticando autoerotismo, mettilo in atto.

Questo mi ha consentito di rendere la masturbazione un momento straordinario.

Massaggiare il pene

Libera i pensieri, chiudi gli occhi, inizia a materializzare nella mente le tue fantasie sessuali più ardenti. Hai la possibilità di vivere, se pur in modo immaginario, la scena più erotica di sempre. Sono certo che hai continuamente sognato di avere un rapporto erotico con una persona specifica; ora puoi farlo.

Cosa realizzi? Cosa vorresti che accadesse? Ti piace essere preda o cacciatore? Guardare o dominare? La tua posizione preferita? Inizi ad eccitarti, ad assaporare il momento; l’erezione del tuo pene conferma la tua complicità. Adesso porta la tua mano sul membro, stringilo, senti quanto sei maschio.

Con un movimento lento, fai scorrere la mano per tutta la lunghezza del tuo emblema virile, alternando con costanza un moto dall’alto verso il basso. Mentre il tuo estro evolve in atti sempre più piccanti, il corpo inizia a reagire, incominci ad assaporare la gioia del massaggio.

La circostanza è sempre più intesa, avverti fra le mani l’intensificarsi delle pulsazioni del corpo, il propagare del calore che invade i tuoi sensi. Il moto, prima lento e costante, accelera con potenza, dedicando maggiore attenzione alla parte terminale del fallo, in corrispondenza del frenulo al di sotto del glande. È un punto sensibile, vero?

Impugna con maggiore fermezza il pene e immagina che in questo istante non è la tua mano a sfiorarlo, ma la bocca del partner, le sue labbra, la sua lingua; mentre desidera assaporandoti, fissa i tuoi occhi per sancire l’egregio gesto compiuto.

L’attimo è prossimo, sei pronto per esprimere la tua foga. Adesso contrai i glutei, ti aiuterà a rallentare l’orgasmo e contemporaneamente incrementare il piacere sessuale.

Non trattieni più la tua vivacità, conquisti l’acme del godimento, senza controllo hai raggiunto il culmine del benessere.

Modi per masturbasi

Potrei raccontarti che esistono vari modi per masturbarsi, posizioni estreme grazie alle quali il tuo vigore potrà generare un orgasmo multiplo, eterno, idilliaco. Credo invece che il piacere che l’uomo prova durante la masturbazione è indipendente dalla posizione assunta; tutto dipende dalla concentrazione, da come riesce a sensibilizzare il proprio corpo. Ecco, in 4 punti, le principali fonti di benessere sessuale:

  • massaggiare il pene
  • punto “L” dell’uomo
  • pegging e vibratore maschile
  • foto e immagini per masturbarsi

Punto “L” dell’uomo

Sei a buon punto, stai scoprendo il punto G dell’uomo, meglio conosciuto come punto l maschile. Stai già massaggiando il tuo pene, ma non con energia. Vuoi incentivare il tuo benessere e scoprire nuovi punti erogeni che fino a questo momento non consideravi.

Continua a manipolarlo, mantieni costante la pressione e il movimento della mano sul pene e contemporaneamente porta l’altra mano nell’interno coscia. Inizia a sfiorare il perineo, quella parte del corpo compresa tra i testicoli e l’ano. Stai avvertendo una nuova sensazione di piacere, giusto? È naturale, è una zona estremamente sensibile. Non provare imbarazzo, godere palpando quella parte non ridurrà la tua mascolinità.

Ora rilassa i muscoli, porta il dito medio all’altezza dell’ano;  prima della penetrazione, umidificalo con un olio adeguato o semplicemente con la saliva. Adesso, delicatamente, con moto circolare fai penetrare il dito dentro l’ano, per circa 3 o 4 centimetri fino a quando non proverai una gradevole e inedita sensazione.

Questa tecnica è nota anche come massaggio prostatico.

Pegging e vibratore maschile, accessori non per tutti

Possiamo considerarli validi alleati, ma sono oggetti che, per la maggior parte delle persone, rientrano nella sfera dell’eccesso. Come ho scritto nell’introduzione, il sesso non può prevedere limitazioni, se non quelle vincolate al nostro volere.

Se ami praticare nuove tecniche erotiche, favorire la tua libido, sperimenta questi articoli. Ho già parlato del pegging, di come si svolge, della trasgressione e del piacere ludico generato da questa esperienza. Puoi approfondire l’argomento leggendo l’articolo “Pegging, pratica sessuale“.

Nella tecnica masturbazione maschile, vale lo stesso per il vibratore, altro arnese, molto personale, che regala momenti di esuberanza sessuale.

Foto, immagini, video per masturbarsi

Il web è ricco di contenuti utili alla pratica della masturbazione. Se non vuoi scaricare un video e goderti lo spettacolo del sesso, puoi ugualmente stimolarti il pene guardando immagini online. Sicuramente saprai che esistono foto animate, classificate anche in Google come GIF.

La parte divertente di masturbarsi guardando un film o un’animazione è la possibilità di scegliere ciò che ti pare. Puoi immedesimarti in qualsiasi ambientazione, sesso estremo, bondage, gangbang, rapporti anali ed altro ancora.

Con il partner, assurdo solo pensarci, non sempre si riesce a trovare quell’intimità, quella confidenza, quella complicità necessaria a condividere momenti di elevato erotismo.

Lascia un commento